Le notti illuminate di Daan Roosegaarde tra sostenibilità e innovazione agricola

Grow, la nuova opera d’arte del designer olandese, esalta la bellezza dell’agricoltura tra Led e fasci di luce.
Quante volte ci siamo ritrovati a celebrare, da perfetti cittadini, il duro lavoro nei campi o la bontà dei frutti della terra? Oppure a osservare le distese di coltivazioni nei passaggi lungo le pianure? Ebbene, se c’è un paesaggio in Europa che ispira forse più di altri questo genere di riflessioni non può essere che quello dei Paesi Bassi, perennemente piatto e con un orizzonte senza soluzione di continuità.

Deve aver pensato anche a questo il celebre designer olandese Daan Roosegaarde quando ha immaginato la sua nuova opera d’arte intitolata Grow, realizzata su un terreno di 20mila metri quadrati e dedicata alla bellezza e all’importanza dell’agricoltura. Una vera e propria installazione notturna, come tante altre di Roosegaarde, dove fasci di luce blu e rossa si diffondono come onde avvolgendo un ampio terreno agricolo.

Un gioco, questo, che però non è solo artistico e punta l’attenzione su come specifici sistemi di luce possano migliorare la crescita e la resistenza delle piante. Un progetto quindi che oltre a portare bellezza funziona come prototipo di un modo più sostenibile per produrre cibo. Ma come funzione Grow? In modo molto semplice, a dire il vero. Si tratta di un sistema a Led di alta intensità il quale proietta luci che si alzano e abbassano come un’onda sui campi, favorendo la crescita delle piante e che, con l’effetto dei raggi ultravioletti, riesce ad attivare il loro sistema di difesa, riducendo in buona percentuale l’uso dei pesticidi.

Parte di un progetto più ampio di “artist-in-residence” realizzato con la collaborazione di Rabobank, Grow è il primo di una serie di paesaggi onirici creati dallo Studio Roosegaarde, che si prefigge di mostrare la capacità di combinare arte e scienza nel momento in cui si affrontano nuove sfide. Con un occhio sempre attento alla sostenibilità e la suggestione, in questo caso, delle luci che illuminano la notte, come simbolo di speranza e di rinascita nei tempi oscuri della pandemia.

Testo di Gualtiero Spotti
Foto cortesia di Daan Roosegaarde – www.studioroosegaarde.net
 
 
 
 
Forse ti può interessare anche