Castello Visconteo di Cassano d’Adda: Il Castello, la tua casa.

Al Castello Visconteo di Cassano d’Adda è stata inaugurata la formula di ristorazione post Covid-19: Il Castello, la tua casa.

Ad una manciata di minuti da Milano è possibile vivere un’esperienza gastronomica all’insegna della serenità. Se la pandemia ha lasciato in noi quel senso di inquietudine e di irrequietezza nel vivere gli ambienti chiusi e affollati, è un luogo piacevole e rilassante come il Castello Visconteo di Cassano d’Adda a rimetterci in pace con il mondo. Una fortezza risalente al periodo Medievale ricca di cultura, di affreschi e di arazzi con ampi saloni e cortili; un illustre passato che dal 1250 ci catapulta in una quotidianità che non ha più nulla di ordinario. Un presente che diventa regale ma soprattutto sicuro, da vivere nel pieno rispetto delle norme sanitarie. Un hotel di charme dove trascorrere un fine settimana circondati dalla natura, in spazi verdi senza confini e dove dedicarsi all’esplorazione dei dintorni: il Villaggio Industriale di Crespi d’Adda, il Ponte sospeso sul Brembo, il bellissimo paesaggio di Vaprio d’Adda o Il salto del gatto, manufatto idraulico nel Comune di Cassano.

Venti stanze e dieci Suites, ambienti caldi e ricercati, dettagli curati e personalizzati. Otto ampie sale e quattro spazi suites, un salone unico con una capienza da 20 a 400 posti interni. Oggi si punta soprattutto sull’accoglienza gastronomica che ha ancora più valore grazie al lavoro di Paolo Baggini, oltre che titolare dell’azienda vinicola Olmo Antico, con un importante passato di manager nella ristorazione e nell’ospitalità: dalla direzione dell’Harry’s Bar di Via Veneto a Roma fino all’apertura di prestigiosi ristoranti tra i quali il Bolognese di Milano e L’Acanto presso l’Hotel Principe di Savoia di Milano.

Il Castello, la tua casa: è il format che accoglie l’ospite desideroso di uscire a cena con la serenità di sentirsi a casa. Un nuovo concetto di ristorante che prende vita nella corte del Castello con un menu creato appositamente per venire incontro alle esigenze di calore e star bene insieme. Troverete una cucina a vista sotto i vostri occhi e soprattutto sotto le stelle. Ogni tavolo sarà un pò come la vostra casa, ben isolati dagli altri ma nello stesso tempo nella stessa atmosfera di condivisione e di sala senza barriere. Una tavola elegantissima, illuminata con candele in un contesto che prevede bicchieri coperti e posate in buste di cotone per ogni singolo commensale. Un menu conviviale, cibi semplici sotto gli occhi degli ospiti in una cucina allestita nel centro della corte. “La fiducia e la tranquillità, le giuste misure di sicurezza sono ricercati dal cliente più di qualsiasi altro ingrediente” – spiega Paolo Baggini. Si inizia con un ricco antipasto del Castello: salumi e gnocco fritto, salmone marinato all’aneto, burrata e verdurine di stagione, cocktail di gamberi in salsa rosa.

Un primo servito in zuppiere antiche da condividere con i commensali: eccellenti i ravioli al Casera con ristretto al vino rosso, oppure i più mediterranei paccheri con cozze, vongole e seppie. Tra le altre proposte risotto agli asparagi mantecato al Bagoss o i tradizionali gnocchi al pomodoro. Tra i secondi la grigliata di carne o pesce e, per i più golosi, cotoletta di vitello alla milanese o hamburger con pane bianco, formaggio, lattuga, cipolla, peperoni, pomodoro e pommes frites. Dolci classici nei vasetti di conserva: tiramisù, fragole o la delicata cheesecake. Carta vini essenziale con i classici bianchi Cervaro della Sala di Antinori o il Gewürztraminer della cantina St. Michel Eppan. Un buon rosso come il Rubesco di Lungarotti o un assaggio di Croatina in purezza “14 Ottobre” di Olmo Antico. Bollicine di benvenuto, Marty Brut Rosè e after dinner a conclusione della cena; come nel salotto di casa, su divani in vimini posti davanti al proprio tavolo.

CASTELLO VISCONTEO
Piazza Perrucchetti 3
20062 Cassano d’Adda MI

MAIL: eventi@castellovisconteo.it
WEB: www.castellovisconteo.it
TEL: +39 0363 360221

Testo di Giovanna Romeo
Foto Cortesia di Castello Visconteo / Marin Forcella
Forse ti può interessare anche