Al via la settima edizione del Sina Chef’s Cup Contest

Il design è il tema di quest’anno per la manifestazione che si svolge nei Sina Hotel italiani.
Prende il via da Roma martedì 19 marzo la VII edizione della gara SINA CHEFS’ CUP CONTEST tra coppie di 16 cuochi stellati, ai quali è affidato il compito di creare ricette ispirate al design, per un viaggio di 9 tappe in giro per l’Italia. Protagonista delle creazioni dei cuochi, tutte da gustare, dopo l’arte, i film, le fiabe, i fumetti, la moda e la musica nelle edizioni precedenti, sarà ora la creazione di ricette inedite e originali e proprio dettata da forme, colori, progettazione e stili che strizzano l’occhio al design. Le cene-evento sono in programma il 19 marzo a Roma, il 26 marzo a Perugia, il 14 maggio a Viareggio, il 18 giugno a Romano Canavese (Torino), il 16 luglio a Venezia, il 24 settembre a Firenze, l’8 ottobre a Parma e il 22 ottobre a Milano, con la finale a seguire.
Umberto De Martino
Saranno veri e propri spettacoli dal vivo, durante i quali il pubblico potrà ammirare e degustare i nuovi piatti creati per l’occasione dai grandi chef, come Mauro Buffo, Igles Corelli, Umberto De Martino, Giovanni Di Giorgio, Davide Figliolini, Michelino Gioia, Oliver Glowig, Paolo Gramaglia, Erez Ohayon, Stefano Marzetti, Andrea Pasqualucci, Daniele Repetti, Filippo Saporito, Massimiliano Torterolo, Tino Vettorello e Massimo Viglietti. In ogni tappa una giuria di esperti voterà la coppia di chef e le loro creazioni, secondo criteri di aderenza al tema scelto, complicità di coppia, bontà del piatto, rapporto qualità-prezzo, valore estetico e artistico; al termine della settima edizione, i due protagonisti della coppia vincitrice si affronteranno tra loro per una sfida d’eccellenza.
Stefano Marzetti
La prima serata romana vedrà in cucina gli chef Oliver Glowig (2 stelle Michelin, ristoranti “Toca” di Toronto, “Primavera” in Bahrain e “Barrique” a Poggio Le Volpi) e Paolo Gramaglia (1 stella Michelin, ristorante “President” a Pompei) insieme al resident chef Alessandro Caputo del ristorante The Flair. La cena inizierà con l’antipasto a base di pesce che Gramaglia ha voluto creare in omaggio alla natura immaginando “l’onda circolare che crea un sasso lanciato in mare” riprodotta nel piatto stesso. A seguire Oliver Glowig presenterà la creazione del primo piatto “Topolino Vintage” di Ravioli, cozze, e cacio e pepe con pomodoro, con i colori e le forme del celebre personaggio dei fumetti. Infine per secondo lo Stracotto di manzo “bollito” con aceto di Xeres, macarons rafano e aglio nero e il dolce Caprese di pomodoro, entrambi piatti a cura del resident Chef Alessandro Caputo.
Alessandro Caputo
Testo di Gualtiero Spotti
 
Forse ti può interessare anche