Nicola Fanetti campione a Reykjavik

Il cuoco italiano del ristorante Brace di Copenhagen vince la competizione gastronomica Food & Fun a Reykjavik.

Solo due cuochi hanno portato a casa questo premio in Danimarca. Il primo è stato Rene Redzepi, che lo ha ricevuto nel 2004, e ora è il turno dell’italiano Nicola Fanetti, chef e proprietario del ristorante italo-nordico Brace, anche questo, come Noma, in quel di Copenhagen. Il premio Food & Fun viene assegnato a Rekyajvik, in Islanda, per il pasto più gustoso, innovativo e ben preparato, basato sugli ingredienti islandesi. L’uomo che ha organizzato il festival è Siggi Hall, una specie di Gordon Ramsey islandese, e non tutti possono partecipare all’evento, che è solo su invito per una ristretta cerchia di chef.

Nicola Fanetti originario del Nord Italia, vive a Copenaghen ormai da sette anni, e ha iniziato a lavorare prima a Noma e poi da Era Ora. Due anni fa ha infine aperto il suo ristorante, Brace, che si sta facendo notare nell’affollata scena di Copenhagen. L’evento che lo ha visto vincitore si è tenuto lo scorso fine settimana per la diciottesima volta e ha, come sempre, combinato eccellenti abilità culinarie di tutto il mondo con ingredienti freschi e unici dell’Islanda. In più, a contorno, ci sono state numerose esperienze pop-up nei ristoranti più raffinati dell’isola, che durante il festival ha mostrato agli ospiti di tutto il mondo quanto ha da offrire quando si tratta di esperienze culinarie davvero uniche. I piatti che hanno portato Fanetti al successo sono stati il Salmerino artico con sale islandese, semi di angelica, crescione, salsa di pistacchio e olio di levistico, e i Ravioli del plin fatti in casa ripieni di baccalà islandese, con salsa di pecorino, polvere di alghe Dulce e tartufo nero umbro.

Testo di Gualtiero Spotti
 
Forse ti può interessare anche